Lista della spesa perfetta in 5 step



Cosa cuciniamo stasera? Wow, risotto!

Apri la dispensa, prendi tutti gli ingredienti che ti servono, stappi una buona bottiglia e inizi a cucinare.


Niente di più semplice, visto in tv.

Perché spesso, ahimè, apri la dispensa e manca il riso per il risotto, i funghi sono scaduti e hai finito il vino bianco per sfumare.


Il problema non è il risotto da fare, ma le forniture da organizzare.

Andare al supermercato con una lista disorganizzata (o peggio, senza una lista) ti fa perdere tempo e denaro.

Acquisti prodotti a caso e ti ritrovi con i pensili pieni. Ma di cosa?

Solitamente di prodotti che non utilizzi e in scadenza (sì, proprio quelli nascosti dal 2009 dietro ai cereali, il sugo della nonna e la salsa di soia).

Ti sembra di avere tanto e di tutto, ma ti manca sempre qualcosa quando vuoi provare una ricetta. Ti accorgi dello spreco e per evitarlo finisci per comprare (e mangiare) sempre le solite cose.

Una lista della spesa efficace è ciò che ti salva in cucina, ma se non sai da che parte iniziare la cosa si complica. E ti capisco perfettamente: organizzare le scorte è una delle prime cose che ho imparato a gestire lavorando nei ristoranti.

Il punto di partenza per stendere una buona lista della spesa è sicuramente decidere il menu.


Che tu la faccia al super o online, organizzare la spesa in base a ciò che vuoi mangiare ogni giorno offre notevoli vantaggi (il mio prossimo corso di cucina online parte proprio da questo, dai un’occhiata qui).

Risparmi tempo, non solo mentre acquisti, ma nell’atto pratico di cucinare e nel non decidere all’ultimo momento cosa mangiare.

Stilare un menu ti permette anche di cucinare in anticipo e conservare, perché hai già sottomano tutto ciò che ti serve.

Questo significa gestire responsabilmente le scorte e risparmiare soldi.

Inoltre, una dispensa fornita ti permette di provare ricette nuove e improvvisare, utilizzando quei prodotti in scadenza che senza il supporto di altri “fondamentali” avresti sicuramente sprecato.

Personalmente trovo efficace lavorare prima della stesura della lista.


1 Per prima cosa decido il menu, scrivo gli ingredienti che mi servono, mi annoto cosa manca.


2 Faccio un check della dispensa: cosa manca o cosa sta per finire nel cassetto dei miei “immancabili”?


3 Mi annoto anche le ricette che voglio provare e per quelle calcolo una fornitura “extra” nel caso non fosse “buona la prima”.

4 E poi c’è lo sfizio: quell’ingrediente che ho voglia di inserire da qualche parte, ma non so ancora dove. Mi capita spesso con i prodotti stagionali. In base alla scadenza, lo tengo come bonus per un fuori menu.

5 A questo punto riscrivo la mia lista, suddivisa per gruppi alimentari. Personalmente preferisco la lista per categorie, piuttosto che seguire l’ordine del super perché non compro tutto nello stesso posto. Ottimo invece l’ordine di scaffale per chi si rifornisce sempre nello stesso negozio.

Ci proviamo insieme?

Ho preparato per te due pdf per aiutarti ad organizzare la tua lista della spesa.

Puoi scaricarli direttamente dall’area riservata del sito, sono gratuiti.

Se non hai ancora la password per accedere alla mia cucina segreta iscriviti alla newsletter e ti arriva subito per mail. Puoi farlo da qui.


395 visualizzazioni

corso di online in partenza!

CHI BEN COMINCIA

Corso di cucina base per imparare a cucinare senza segreti.

4 lezioni in diretta da martedì 9 Giugno.

Instagram

Facebook

© 2020 Pane e Radici - tutti i diritti sono riservati - Privacy Policy - Cooky Policy