• Facebook - Grey Circle
  • Instagram - Grey Circle

pane e radici

© 2016 fatto con amore da me.

La questione delle vagine per bene

July 26, 2018

 

La questione è questa.
Il mese scorso ho collaborato con Control Italia per sponsorizzare un gel 2in1 (sì, quello che compri con la scusa del massaggio romantico).
Testo il prodotto e preparo una serie Ig Stories divertenti con l'assistenza di Povera Anima, scalpitante per la prova su strada.
Roar.

Per pura casualità il primo video che posto per Control è subito dopo in sequenza ad una fotografia postata al mattino: la mia colazione con la marmellata di Albicocche di mia suocera.
Tempo zero e arrivano i primi messaggi in DM.

Rido da sola. Mi diverte vedere la confettura della Angela, settantacinque anni, ex sarta, moglie di uno e madre di due, e subito dopo tac! Gel 2in1 gusto tropici effetto caldo velluto.

Presto attenzione ai messaggi, divisi in due opinioni ben precise.
C'è chi se la ride. Ma di brutto. Fa domande, si informa timidamente e fa tutte le battute ridoline del caso.
Poi c'è chi non ride, chi la sequenza non l'ha gradita, chi (alla quarta volta che riguarda la fotografia per capire) oddio no! Un lubrificante non lo accetto. Soprattutto dopo una bella immagine di colazione in famiglia.

Oh. Parliamoci chiaro. La Angela è all'oscuro di essere al centro della polemica eh.
Acqua in bocca che poi col cazzo che mi fa le marmellate.

Ma torniamo ai messaggi.
Lì per lì rimango senza un'opinione ben precisa. Mi sono servite alcune settimane per mettere insieme la questione e andare oltre il minchiachebigottidelmenga.
Perchè in fondo, la questione nella questione che mi lasciava più smarrita era che le critiche venivano mosse per lo più da donne.

Perché perdere tempo a fare una questione in chat privata per un gel 2in1? 
Ma soprattutto: davvero lottate contro la cellulite (sacrosanta crociata eh) ma vi indignate se parliamo liberamente di sessualità femminile? (che già il suono del binomio mi sa di vecchio).

Scusate, ma io nella mia ingenuità mi chiedo: ma poi sto culo senza buccia d'arancia lo usiamo solo per le foto di Instagram sfondo tramonto e citazione di Bukowsky?

Così ci penso su. 
E mi fa ridere che da quando l'ho ricevuto, dormo con il 2in1 Thai Passion sul comodino.
Andiamo a dormire e ridiamo insieme.

E forse è proprio quella la questione. Ridere.
Perchè è mettendo le questioni serie sul ridere che le persone si aprono, si lasciano andare, si esprimono in modo libero.

Mettiamola sul ridere che passa la vergogna.
Normalizziamo questo piacere femminile che secondo me lo stiamo ignorando ancora troppo.
Ecco sì. Normalizziamo.

Ridiamoci su, ma parliamone anche seriamente di certe questioni.
Tipo quando fingiamo di godere. Son questioni serie.
Possiamo fingere certo.
Ma cosa c'è dietro questa possibilità e davvero dobbiamo parlarne ancora?
Probabilmente sì.

Dobbiamo ancora stare attente a quei meccanismi che ci hanno ficcato dentro, di quando chiudiamo in fretta la questione, di quando ci rassegnamo a deporre le armi.

Maschilismo? Chi? Io?! Ma va.
Boh. A me pare ancora di sì quando si parla di orgasmi e quote rosa obbligatorie.

Possiamo permetterci tutto.
Ottimi orgasmi, fiducia, intimità, intesa. Sì, anche occasionali.

Eppure fa ancora scalpore se una donna parla di come risolve i suoi "attriti" di coppia, di come sia normale avere una sessualità senza intoppi, fastidi e quant'altro.

Cos'è che mi sfugge?
Perchè il gel anticellulite sì, ma il gel lubrificante no?
Aiutatemi, perchè io proprio non riesco a cavarne un ragno dal buco.

L'ultima era sottile.

 

(L'immagine geniale me l'ha data la mia amica Giulia Rosa. Perfetta e adorabile come sempre.

La trovate su Ig @giuliajrosa)

 

Please reload

Post in evidenza

Levrieri in affido: la mia battaglia per riportare Jim a casa

June 1, 2019

1/2
Please reload

Post recenti

July 10, 2018

June 19, 2018

May 10, 2018

Please reload

Categorie
Please reload

Cerca per tag